Una fantastica avventura. E’ quello che ci aspetta quando iniziamo a leggere questo fantastico libro. Un’avventura di Victoria, ma che in realtà facciamo anche noi insieme a lei.

 Ho letto questo libro due volte e sono certa che ce ne sarà una terza. L’ho letto in fasi diverse della mia vita e ad ogni lettura ho percepito sfumature nuove e dettagli particolari. Non so cosa mi aspetterà alla terza rilettura, ma non vedo l’ora di scoprirlo.

 Ci sono così tanti passaggi importanti da rivedere e far propri, così tante metafore da comprendere sempre meglio, così tanti messaggi da interiorizzare. Io purtroppo faccio parte di quel tipo di lettori voraci che non si dà il tempo di riflettere bene sulle frasi appena lette, ma divora tutto ciò che lo conquista. Perciò la rilettura è d’obbligo!

 Questo libro parla di Vittoria (e Vicky), una principessa che affronta un viaggio incredibile, avventuroso, difficile, pericoloso ma che infine (spoiler allert!) la porterà ad un lieto inizio. Sì, proprio così, il libro finisce con un inizio. Assurdo vero? Ma vi assicuro che non poteva finire in un modo migliore. Il viaggio intrapreso da Victoria è un viaggio alla scoperta di sé, del proprio passato e quindi del proprio presente. Un viaggio alla scoperta del come mai ci si ritrova in una situazione ben diversa da quella che si è sperato e tentato così fortemente di costruirsi, una situazione che nonostante tutti i nostri sforzi ci fa soffrire, eppure non la riusciamo a lasciare, per paura di quello che potremmo trovare (o non trovare), per speranza di un cambiamento, per un copione che seguiamo ciecamente, ma che è scritto da altri. E una volta terminato questo viaggio, allora si può davvero iniziare a vivere con tutte queste nuove consapevolezze e conoscenze, con un nuovo desiderio da realizzare, con un nuovo amore per se stessi. La fine di un viaggio, difficile e pieno di ostacoli e pericoli (un po’ fuori e un po’ dentro di noi) che termina dove ne inizia un altro, sempre difficile, ma ancora più avvincente.

 Un libro che è una grande, lunga metafora, che utilizzando il linguaggio infantile e l’escamotage della favola, racconta, arrivando al cuore di ognuno di noi, ciò che molti adulti devono affrontare per poter crescere. Una bellissima fiaba per adulti.

 Un libro dedicato in modo particolare alle donne vittime di violenza dal proprio partner, ma che di certo potrebbe essere utile anche a uomini in una situazione di relazione violenta e, perché no, anche tutti gli altri, perché parla di un cambiamento, della comprensione del nostro passato, argomenti che possono interessare chiunque.

 E’ la storia di un viaggio, un cambiamento, un innamoramento di se’ per scegliere di innamorarsi degli altri, una psicoterapia, una fuga dalla violenza, un approdo ad una vita serena, una riscoperta di sé…un libro che può davvero essere utile a chiunque.

 Di certo un libro che rimarrà sul mio comodino per molto tempo.

Piaciuto?

puoi leggerne altri!

 

PSICO RECENSIONI: La principessa che credeva nelle favole

 Una fantastica avventura. E’ quello che ci aspetta quando iniziamo a leggere questo fantastico libro. Un’avventura di Victoria, ma che in realtà facciamo anche noi insieme a lei.  Ho letto questo libro due volte e sono certa che ce ne sarà una terza. L’ho letto in...

PSICO RECENSIONI: Nel paese delle creature selvagge

Max è un bambino come tanti. Figlio di divorziati, fratello minore di una sorella troppo maggiore, bisognoso d’affetto e di attenzione ma delicato come solo un bambino ‘in bilico’ può essere. Carol è un mostro peloso e gigante, un mostro triste che risolve tutto...

PSICO RECENSIONI: Gli sdraiati

Un papà. Un figlio. Un muro. Come è possibile che quel bambino tanto sorridente e giocherellone, che chiedeva sempre di te, che voleva che lo guardassi, che pendeva dalle tue labbra, che ti chiamava forte se qualche cosa lo spaventava...come è possibile che il tuo fan...

PSICO RECENSIONI: La nostra parte nascosta

  Ed eccoci arrivati al primo sabato del mese, ovvero, il giorno della recensione! Ho letto questo libro circa cinque anni fa, ma l'ho ripreso e riletto volentieri per scrivere questo articolo. Perché mi è venuto in mente questo libro tra tutti quelli che avevo...

Genitori (im)perfetti

  Ce lo dicono in molti, ci sono libri e riviste che lo continuano ad affermare, ci sono interi siti e programmi televisivi che inneggiano alla im-perfezione dei genitori, eppure... ...eppure ancora adesso non riusciamo a darci pace! Ancora adesso, nonostante...

9 MESI + 1: i parenti

  "Prego signora, vuole il mio posto?" "Posso aiutarla?" "Sei bellissima, trasudi felicità!" "No no, cara, tranquilla, non muoverti, ci penso io ai piatti!" Quello della gravidanza è il periodo in cui una donna riceve più complimenti e attenzioni che in tutto il...

Lo psicologo… questo sconosciuto!

  La figura dello psicologo è ormai associata in modo indelebile nelle nostre teste all'idea dello 'strizzacervelli' e del 'medico dei pazzi',  nel migliore dei casi, e all'idea del 'medico-fuffa' perché tanto 'le cose che ti dice lui te le posso dire anche io, e...

Caro psicologo, quanto costi!

  Eh sì, lo psicologo costa davvero tanto! Pensare che solitamente si prevedono almeno una seduta alla settimana per un tempo che comprende, normalmente, qualche mese, non è difficile capire che il costo può rappresentare un sacrificio piuttosto importante per il...
LA TEORIA